Commissione Europea ai paesi membri: “Regolazione pubblicità importante nell’orientare consumatori verso offerte permesse e controllate”

Nella relazione tecnica che accompagna il Decreto Dignità si è evidenziato quanto sia importante il ruolo della pubblicità per il gioco legale. Non solo, nel testo integrale si legge anche delle perdite erariali che nel 2020 sfioreranno i 200 milioni di euro.

Nella relazione tecnica che accompagna il Decreto Dignità si è evidenziato quanto sia importante il ruolo della pubblicità per il gioco legale. Non solo, nel testo integrale si legge anche delle perdite erariali che nel 2020 sfioreranno i 200 milioni di euro.

I tecnici del Mef, nella loro relazione tecnica che accompagna il Decreto Dignità, nel punto che riguarda l’online e il divieto totale della pubblicità, hanno evidenziato una forte anomalia, scrivendo: “La Commissione Europea ha raccomandato ai paesi membri una regolazione della pubblicità che sia contenuta e strettamente limitata a quanto necessario al fine di canalizzare i consumatori verso le reti di gioco controllate ed ha affermato che le comunicazioni commerciali sui servizi di gioco online possono svolgere un ruolo importante nell’orientare i consumatori verso offerte permesse e controllate”.

Non è un’ipotesi, ma una realtà che Luigi Di Maio pare non volere accettare: senza la giusta informazione, il cittadino cadrà facilmente nella rete del gioco online illegale. La pubblicità non va totalmente eliminata, ma semplicemente va fatto un discorso diverso, limitandone la sua applicazione.

Senza pubblicità, non diminuiranno le persone che giocheranno, che quasi sicuramente sceglieranno una piattaforma illegale con bonus più vantaggiosi, ma che possono nascondere insidie più pericolose, ma tanto il cittadino non è informato, e non diminuiranno nemmeno i minorenni che giocano, anzi, oggi i minori online non possono giocare, perché per potersi registrare bisogna dimostrare la propria identità e età reale. I minorenni avranno di certo vita più facile con il gioco illegale.

Sono state inoltre stimate le perdite di “Lotterie e giochi numerici”, “Gioco online” e “Scommesse sportive”. I tecnici del Mef stimano che il divieto della pubblicità possa portare solo nel 2020 mancate entrate erariali per 198 milioni di euro. La copertura a questa cifra è stata calcolata con l’aumento del Preu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Casinò

Senza deposito: 5000€ Salva il Bottino


Con deposito: 5000€ Salva il Bottino + fino a 250€ in bonus benvenuto

Senza deposito: Welcome Bonus del 100% fino a 5000€


Con deposito:Welcome Bonus del 100% fino a 5000€

Senza deposito: 50 Giri Gratis


Con deposito: 100% fino a 1000€ + 50 free Spin

Senza deposito: 15€ Gratis


Con deposito: 15€ gratis + 100% bonus
primo deposito fino a €1000

Senza deposito: nessuna promo


Con deposito: 100% fino a 750€ + 250€ di PlayBonus Slot + 1.000 Golden Points

© 2024 Casinoitaliaweb.it - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Tutti i diritti riservati