Casinò Campione d’Italia, il sindaco Roberto Salmoiraghi: “Ci serve la volontà del ministero, il piano di risanamento è pronto”

Il sindaco Roberto Salmoiraghi chiama il ministero ad intervenire per decidere del futuro del Casinò di Campione d’Italia. Centinaia di persone hanno perso il lavoro per colpa del dichiarato fallimento e ora si cerca di rimediare riaprendo il prima possibile la casa da gioco, il piano per il risanamento è pronto afferma il primo cittadino.

Il sindaco Roberto Salmoiraghi chiama il ministero ad intervenire per decidere del futuro del Casinò di Campione d’Italia. Centinaia di persone hanno perso il lavoro per colpa del dichiarato fallimento e ora si cerca di rimediare riaprendo il prima possibile la casa da gioco, il piano per il risanamento è pronto afferma il primo cittadino.

Nel corso di una conferenza stampa indetta per fare il punto della situazione sul Casinò Campione d’Italia, il sindaco Roberto Salmoiraghi ai giornalisti presenti, come riportato da gioconews, ha dichiarato: “Abbiamo pronto un piano di risanamento dei conti sia del Comune che del Casinò, e che consentirà a quest’ultimo di riaprire, ma perché ciò avvenga occorre la volontà del ministero”.

“C’è un assordante silenzio nei confronti di questo paese in ginocchio. Il governo ci deve ascoltare. Sono sette mesi che i dipendenti comunali non percepiscono lo stipendio, e ora ci sono cinquecento dipendenti, quelli dei Casinò, per strada, mentre i nostri pensionati non percepiscono più l’indennità integrativa”. Intanto i lavatori che sono rimasti a casa stanno manifestando da giorni fuori la casa da gioco chiusa.

“In che condizioni potrà riaprire il Casinò? – prosegue il sindaco – I suoi soldi, nel frattempo, vengono incassati da altri, come dal Casinò di Lugano, che ha sempre avuto un andamento discreto, ma che ora, dopo la nostra chiusura, sta andando molto bene”.

E per chi vuole la sua testa, le sue dimissioni, Roberto Salmoiraghi non arretra: “Non faccio alcun passo indietro, al massimo di lavoro per favorire il trovare una soluzione, in quanto non ho nessuna responsabilità per quanto accaduto. Abbiamo ereditato dalla passata amministrazione un cratere di debiti”.

“Il compenso lordo di un crouper di Campione è di 98mila franchi annui, quello di un croupier luganese di 78mila. Una disparità alla quale si può trovare una mediazione che consentirebbe al Casinò di Campione, fatti i dovuti calcoli, di risparmiare 19 milioni di euro annui, Ma, ripeto, perchè questo avvenga, occorre che ci sia la volontàè politica. Mi si deve dire se si vuole trovare una soluzione e, in caso negativo, perché no”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Casinò

Senza deposito: 5000€ Salva il Bottino


Con deposito: 5000€ Salva il Bottino + fino a 250€ in bonus benvenuto

Senza deposito: 50 Giri Gratis Con deposito: 100% fino a 1000€ + 50 free Spin

Senza deposito: 100 Free Spin + 100€ Bonus


Con deposito: 200% primo deposito fino a 1000€

Senza deposito: 100 Giri Gratis + 100€ Fun Bonus


Con deposito: 100% primo deposito fino a 900€ Fun Bonus

Senza deposito: 15€ Gratis


Con deposito: 15€ gratis + 100% bonus
primo deposito fino a €1000

© 2024 Casinoitaliaweb.it - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Tutti i diritti riservati