San Pellegrino, il sindaco chiede di riaprire il casinò

Vittorio Milesi, sindaco della cittadina della Val Brembana, ha già inviato una lettera al Presidente del Consiglio Matteo Renzi: vuole una deroga alla legge per poter riaprire il casinò.

Vittorio Milesi, sindaco della cittadina della Val Brembana, ha già inviato una lettera al Presidente del Consiglio Matteo Renzi: vuole una deroga alla legge per poter riaprire il casinò.

Che la Sicilia potesse scatenare un effetto-domino, con la sua richiesta di aprire due casinò, era cosa abbastanza scontata. Così, dopo San Marino, anche San Pellegrino è tornata alla carica chiedendo di avere la possibilità di aprire una sala da gioco terrestre. Stavolta a scendere il prima linea è stato addirittura il sindaco.

“La riapertura del casinò di San Pellegrino consentirebbe un grande rilancio per la Valbrembana e per tutta la provincia. Purtroppo c’è troppa ipocrisia. Quelli che si oppongono sono gli stessi che hanno consentito l’apertura di migliaia di sale slot, ben più pericolose dal punto di vista sociale”, ha dichiarato a Bergamonews Vittorio Milesi, per l’appunto sindaco della città.

Si parla di riapertura, sì, visto che il casinò municipale, chiuso ormai tantissimi anni fa, è ancora lì. Un edificio restaurato, ma che secondo Milesi non dovrebbe essere utilizzato a mò di casinò. Il sindaco infatti vorrebbe aprire una sala da gioco al Grand Hotel, definito “un gioiello liberty”. E ha tutte le intenzioni di farlo.

“Abbiamo scritto al nuovo presidente del Consiglio Matteo Renzi perché riteniamo l’apertura del casinò ci consentirebbe di dare soluzione al problema del recupero del Grand Hotel. Basterebbe una deroga alla legge, come avviene a Sanremo, Venezia e Campione. La strutture è anche sotto tutela del ministero dei beni culturali. Sappiamo che non ci sono i soldi, ma l’avvento di un casinò imporrebbe il completo restauro”.

Il refrain è sempre quello: un casinò darebbe spinta al turismo e al lavoro. “La Val Brembana è una valle che ha sempre meno possibilità di lavoro – afferma Milesi – Il rischio è che la gente sia obbligata quasi a emigrare. Tanti giovani fanno quella scelta. Se mancano possibilità di lavoro c’è il forte rischio di spopolamento. Non possiamo girarci attorno: tutti abbiamo l’obbligo di cercare di difendere presenza industriale. Non possiamo pensare di avere posti di lavoro senza industria, ma dobbiamo saper cogliere anche sullo sviluppo turistico. Che è già realtà più che una prospettiva. Ognuno deve fare la sua parte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comparatore Casinò

Senza deposito: 5000€ Salva il Bottino


Con deposito: 5000€ Salva il Bottino + fino a 250€ in bonus benvenuto

Senza deposito: Welcome Bonus del 100% fino a 5000€


Con deposito:Welcome Bonus del 100% fino a 5000€

Senza deposito: 100 Free Spin + 100€ Bonus


Con deposito: 200% primo deposito fino a 1000€

Senza deposito: 100 Giri Gratis + 100€ Fun Bonus


Con deposito: 100% primo deposito fino a 900€ Fun Bonus

Senza deposito: 200€ Gratis


Con deposito: Fino a €800 di bonus gratuito con deposito minino di 20€

© 2024 Casinoitaliaweb.it - Piw network srl - Codice Fiscale e Partita IVA: 04450280757 - Numero REA: 292720 - Tutti i diritti riservati