Roulette live

Storie di casinò: è mai stato inventato un computer che prevedeva i numeri usciti sulla roulette?

Pubblicato il da Redazione

Una delle storie più affascinanti sul gioco della Roulette è quella della comunità di scienzati, ribattezzati gli "eudemonisti", che nel 1978 riuscirono a costruire un computer che prevedeva i numeri di uscita.


Già dal nome, si può capire che ci troviamo di fronte a persone molto ingegnose. L'obiettivo, tra l'altro, era "correttamente etico": vincere alla roulette e con i proventi finanziari una comunità scientifica.

E' questo che ha fatto il gruppo di studenti di fisica. Affittato una casa in California, nello scantinato hanno piazzato una roulette, una videocamera ed oscilloscopi per determinare rotazione della ruota e della pallina. Tra i protagonisti che ci hanno partecipato negli anni, da sottolineare anche la presenza di uno dei padri di questi studi Edward O. Thorp


Tutti questi studi portarono a delle formule, le quali avevano bisogno di un calcolatore (come ai tempi venivano chiamati i primi computer) per avere i risultati in modo istantaneo. Parliamo del 1978, quindi quello che crearono fa si che entrino di diritto nella storia.

Pensando a qualcosa che non potesse dare nell'occhio, gli studiosi, crearono un microcomputer inserito in una scarpa, che si azionava con un interruttore comandato con l'alluce! Questo mandava degli input a tre solenoidi attaccati al petto e nascosti sotto gli indumenti. Per essere sul finire degli anni '70 stiamo parlando di gente che ha visto il futuro con largo anticipo!

Il funzionamento era il seguente. Chi indossava il microcomputer cliccava l'interrutore con l'alluce ed i risultati venivano mandati ai sensori sul petto in nove diverse modalità che dicevano su cosa puntare o meno. L'esperimento fu fatto a Las Vegas, tramite due figure l'osservatore ed il puntatore, e portò una vincita di $10.000, calcolando una rendità del 44%. Alla sua prova definitiva diede dei problemi, per via della sudorazione del piede dell'osservatore e le scosse elettriche provocarono bruciature sulla pelle.

Questa storia porta a due conclusioni. La più importante, la decisione della commissione del Nevada di vietare l'uso di apparecchiature elettroniche durante il gioco. La seconda, far venire fuori questa storia attraverso un libro, del quale la curiosità maggiore è proprio nel titolo “The eudamonic pie”. Infatti, i partecipanti avevano deciso di dividere le fette della torta degli utili, in proporzione a quanto aveva investito ognuno di loro in tempo e soldi.


Vuoi 10 euro completamente GRATIS per provare il casinò online di Netbet?
 

info@casinoitaliaweb.it