Casinò Municipale San Pellegrino Terme

La Lega punta alla riapertura del Casinò di San Pellegrino Terme

Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Certo suona paradossale che la Lega, a capo di questo Governo che ha voluto vietare la pubblicità per il gioco d’azzardo, ora se ne esca con la ferma volontà di riaprire un casinò in località San Pellegrino Terme.


Come ripotano i colleghi di gioconews, il deputato leghista Daniele Belotti sulla propria pagina Facebook ha scritto quanto segue:

"Una proposta per portare lavoro e turismo in tutta la val Brembana, perché si potrebbero offrire pacchetti con sci ed escursioni e di sera svago al casinò a pochi chilometri dalle località dell’alta valle".

Così il deputato leghista ha voluto introdurre l'articolo di Bergamonews.it nel quale si rilancia una proposta, quella della riapertura del casinò di San Pellegrino Terme, Bergamo. Un’opzione che è venuta in mente a molti dopo la il fallimento del Casinò Campione d’Italia.

A chiedere la riapertura del Casinò di San Pellegrino Terme, sono: il deputato Daniele Belotti, eletto nel collegio delle Valli, la senatrice Simona Pergreffi e il consigliere regionale Alex Galizzi.

Daniele Belotti ha poi aggiunto: “Nel caso in cui Campione non riaprisse e quindi si libererebbe la concessione statale, diventerebbe un’altra occasione di rilancio per l’economia della Valle visto che diventerebbe l’unica sala da gioco vicina a Milano. Inoltre, é importante sottolineare che San Pellegrino potrebbe rappresentare una possibilità di reimpiego per una parte dei 500 dipendenti del casa da gioco di Campione rimasti ora senza lavoro dopo il fallimento”.

A volere la riapertura della casa da gioco anche il consigliere regionale del Carroccio Alex Galizzi:

“Nel 2007, Regione Lombardia, Provincia di Bergamo, Comune di San Pellegrino Terme con l’adesione di un operatore Privato (Gruppo Percassi) avevano sottoscritto un Accordo di Programma “per la realizzazione degli interventi di riqualificazione e valorizzazione delle strutture termali di San Pellegrino Terme per il rilancio turistico, la formazione e lo sviluppo occupazionale” che prevede investimenti per circa 212 milioni di euro (167 milioni dei quali ad opera di soggetti privati). A causa del perdurare della crisi economica, questo accordo fatica ad essere realizzato in ogni sua parte e richiede pertanto la messa in campo di nuove azioni che possano contribuire a ridare slancio e vigore all’operazione di rilancio turistico avviata nel 2007. Se si vogliono salvare la montagna e le valli bisogna però anche offrire opportunità di occupazione a chi in queste aree ci vive e il casinò potrebbe generare centinaia di posti di lavoro sia diretti che indiretti, ridando fiato anche alle stazioni sciistiche”.

Storie correlate

100 free spins su Stardust per te che apri un conto su Gioco Digitale!

Decreto Dignità approvato dalla Camera, il PD storce il naso: “Sul gioco d’azzardo è solo propaganda”

Su Gioco Digitale Casinò è iniziata l’estate, ogni giorno tantissimi premi e bonus a rinfrescarti le giornate

Promo Gioco Digitale, al via nuova Classifica Giornaliera Live Roulette con in palio 3.500€

Parliamo anche di:
Notizie correlate