Steve Albini

Steve Albini, produttore discografico dei Nirvana, vince oltre 100mila dollari giocando a poker in un casinò di Las Vegas

Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Cantante, chitarrista, ingegnere del suono, critico musicale e sopratutto produttore di band quali i Nirvana, il guru della scena alternativa americana, Steve Albini, da oggi possiamo definirlo anche un campione del mondo del Texas Hold’em.


Da chitarrista e cantata si è fatto notare sopratutto con i Big Black, ma la sua fama la sicuramente raggiunta facendo il produttore discografico. Centinai i gruppi con cui ha lavorato, dai 24 Grana, ai Foofighters, PJ Harvey, i Mogwai, i Pixies e i Nirvana.

La musica però non è la sua sola passione, ama infatti il baseball, la cucina e giocare al casinò, dove il poker, il Texas Hold’em, è certamente il suo gioco preferito. Molti però lo scorporo solo ora, dopo che ha vinto la bellezza di 105,629 dollari in un torneo giocato al Rio Casinò di Las Vegas.

Stiamo parlando delle World Series of Poker, i campionati mondiali del poker, che Steve Albini non appena ha l’occasione vi partecipa, quasi tutti gli anni. Sono sei infatti i piazzamenti a premi alle WSOP per il guru della scena alternativa americana. Nel 2013 vinse addirittura 40mia dollari per essere arrivato 12esimo nell’evento riservato ai Seniors.

Di recente però ha compiuto l’opera incassando una prima moneta da 105,629 dollari, vincendo il suo primo titolo WSOP in carriera, trionfano nell’evento Seven Card Stud e rovinando la festa a campioni del calibro di Jeff Lisandro e Chris Ferguson, puri braccialettati, a caccia dell’ennesimo successo, sconfitti però dall’antico rock di Steve Albini.

"Sono estasiato dal fatto che un mediocre giocatore come me possa sopravvivere a tutti questi ottimi player e finire con un braccialetto. C'è ancora speranza per tutti “, il suo commento dopo la vittoria, arrivata al termine di un tour europeo con la band Shellac.

Insomma, per molti sarà una novità, ma Steve Albini a poker ci gioca dal 1969, insegnatogli dalla bisnonna. Non proprio uno che si trovava lì per caso e si è ritrovato a vincere uno dei tornei più ambiti dei Las Vegas.

Storie correlate

Las Vegas, Casinò Bellagio: tenta colpo alla poker room, morto rapinatore. Forse era l’autore della rapina del 2017

Las Vegas, nel 2020 in arrivo un nuovo casinò. Non accadeva da 30 anni, sarà l’edificio più alto nord della Strip

Las Vegas, suore con il vizio del gioco d’azzardo finiscono nei guai

Parliamo anche di:
Notizie correlate