Entro il 2020 nasceranno i primi Casinò terrestri in Giappone

Il Giappone dice si ai casinò terrestri ma si pensa ad una limitazione delle visite, non più di dieci al mese

Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

In Giappone il governo ha dato il via libera alla realizzazione dei primi casinò terrestri nipponici, probabilmente apriranno entro il 2020. C’è però chi nel parlamento giapponese storce ancora il naso e vuole porre dei paletti alla visite.


I partito opposti al Partito Liberal Democratico, guidato dal Primo Ministro Shinzo Abe, nonostante abbiano votato si per l’aperture delle prime case da gioco in Giappone, vogliono proporre di limitare gli ingressi dei visitatori, non più di dieci al mese. Una limitazione troppo severa per i LDP.

Lo scorso anno è entrata in vigore la legge che regalerà alla nazione i suoi primi casinò terrestri, a patto che siano integrati con ‘resort’, insomma albergo, negozi, piscine e altro. Una decisione presa nel tentativo di attirare più turisti sul suolo nipponico, dato che il gioco d’azzardo è sempre un’attrattiva per gli stranieri e non solo.

Casinò terrestri che dovrebbero essere aperti al pubblico entro il 2020, anno in cui  si terranno in Giappone le Olimpiadi di Tokyo. Ma prima di aprire le porte del gioco d’azzardo alcuni politici vogliono porre dei limiti agli ingressi, creare dunque una legge che consenta un massino di dieci ingressi in 28 giorni consecutivi. Questo per prevenire la dipendenza dal gioco.

Ovviamente questa idea preoccupa coloro che pensano che possa essere un errore limitare gli ingressi, rendendo la vita alle case da gioco difficile sotto l’aspetto dei profitti. C’è poi chi vuole introdurre una carta d’identità del giocatore.

Ma nel frattempo che si discute, oltre ai pochi ancora contrari ai casinò terrestri, il 2020 non è poi così lontano e bisogna prendere delle decisioni in fretta. Per ora l’unica cosa certa è che i casinò non dovranno superare i 15mila metri quadri, senza superare il 3% dello spazio terrestre dei resort.

Tuttavia, restrizioni o non restrizioni, almeno in Giappone si sono portati avanti e hanno detto si ia casinò. Noi siamo ancora con i soliti quattro casinò, con Campione costretto anche a licenziare parte del personale per i conti in rosso.

Storie correlate

Apri un conto Unibet e vedrai triplicato il tuo deposito per iniziare a giocare, oltre a 50 free spins!

Nel weekend prevista pioggia di Free Spin su Unibet Casino

A Cipro in arrivo il più grande resort-casino d’Europa

Unibet Casinò, partecipa anche tu al Torneo Mondiale con 2000€ in palio

Parliamo anche di:
Notizie correlate