Blackajck, la storia di Lawrence Revere

Leggende del Blackjack - Lawrence Revere, una carriera iniziata come dealer a 13 anni!

Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Oggi andiamo alla scoperta di Lawrence Revere, uno dei giocatori più vincenti ai tavoli del blackjack dal ’40 al ’70. Una carriera la sua iniziata alla tenere età di 13 anni, dove imparò i trucchi del mestiere lavorando come dealer.


Ebbene si, la carriera di Lawrence Revere, uno dei più rispettati giocatori di blackjack di tutti i tempi, autore anche del testo Playing Blackjack as a Business, ha iniziato la sua carriera nel mondo del gioco d’azzardo all’età di 13 anni. Iniziò come dealer nel retrobottega di un barbiere dell’Iowa.

Anni dopo si laureò all’università del Nebraska, prendendo una specializzazione in matematica, arma che sfruttò per la sua carriera da giocatore d’azzardo professionista che iniziò nel 1943. Per 28 anni si guadagnò da vivere giocando d’azzardo.

Ma oltre a battere il banco, lavoro anche dall’altro lato, come responsabile di gioco e dealer. Ma è come giocatore di blackjack che raggiunge il maggiore successo, sopratutto fra gli anni sessanta e settanta. Nell’ambiente si fece un nome e nel 1968 la sua fama lo spinse a scriver il libro Playing Blackjack as a Business.

Il libro è uno dei più rispettati ed oggi è ancora venduto, uno dei libri di scommesse più venduti. Nel tempo si è reso noto anche per ingegnosi camuffamenti per poter continuare a giocare in diversi casinò. Tra i nomi usati ricordiamo Leonard 'Specs' Parsons e Paul Mann. Nel suo libro spiega infatti anche come non farsi scoprire dalle case da gioco. Ovviamente il suo metodo di conteggio delle carte viene usato ancora oggi, e all’epoca per questo suo talento si dice che fu bannato da tutti i casinò del Nevada.

Perso una sola battaglia, il 23 aprile 1977, quando si arrese ad un cancro ai polmoni e al fegato.

Storie correlate

Tutte le notizie e le informazioni sul mondo del casino live ed online

L’ex stella NBA, Michael Jordan: “I moderni giocatori di blackjack non hanno carattere. Mi ricordo quella volta che…”

La rivista Forbes intervista giocatore professionista di Blackjack: “A Las Vegas è ancora possibile vincere ai tavoli di 21”

The Hot Shoe, film documentario sul blackjack con interviste esclusive ai più forti giocatori di tutti i tempi

Parliamo anche di:
Notizie correlate