Bruce Willis

Bruce Willis e quella volta che perse 30mila sterline al Stakis Riverboat Casino di Glasgow

Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

In quegli anni uscivano al cinema i film Mercury Rising, Armageddon e The Siege. Era il 1998 e Bruce Willis, protagonista in tutti e tre i film, ormai era già una super star del cinema hollywoodiano. E in quello stesso anno se ne andò in vacanza a Glasgow.


Nell’estate del 1998, Bruce Willis e altri quattro suoi amici optarono per trascorrere qualche giorno in Scozia, a Glasgow. Qui furono i protagonisti di una notte brava terminata con le tasche della star di Die Hard svuotate di 30mila sterline. Peggio andò però al manager del Stakis Riverboat Casino.

Il manager del Stakis Riverboat Casino perse il suo lavoro per accontentare Bruce Willis e i suoi amici. Giocare al Stakis Riverboat era infatti possibile solo dopo 24 ore dall’essere diventato membro del casinò, una regola che per l’attore statunitense fu infranta.

Mary Turner, manager del casinò, perse così la sua licenza per un anno e fu rimossa dal suo ruolo al Stakis Riverboat. Colpevole di aver ceduto ad una star hollywoodiana. A Bruce Willis e ai suoi amici fu poi ovviamente riservato un trattamento da VIP dallo staff della casa da gioco.

Ma la serata di Bruce Willis, come riportato da Glasgow Live, non terminò in positivo, dato che dopo sei ore di gioco, dividendosi fra i tavoli del blackjack e dello stud poker, l’attore perse la bellezza di 30mila sterline. Beh, non sarà stata chissà che cifra poi per la stella del cinema americano.

Vuoi divertirti a giocare in uno dei migliori casinò online con licenza Italiana? Entra subito in Unibet Casinò per te un super bonus fino a 300€, più 10 euro gratis.

Storie correlate

Tutte le notizie e le informazioni sul mondo del casino live ed online

Betaland Casino: Red Tiger attera sui siti di OIA Services LTD

Svolta epocale in Giappone, approvata la legge per legalizzare i casinò

La rivista Forbes intervista giocatore professionista di Blackjack: “A Las Vegas è ancora possibile vincere ai tavoli di 21”

Parliamo anche di:
Notizie correlate