Il Rio di Las Vegas

La 'Storia' dei Casinò: il Rio, la casa delle Wsop e primo all suite resort di Las Vegas

Pubblicato il da Francesco "Straydog" Healy

Per la nostra rubrica La 'Storia' dei Casinò, questa volta, facciamo nuovamente un salto oltre oceano, e dopo il Bellagio, ecco a voi il Rio di Las Vegas, che deve il suo nome alla famosa città brasiliana.

 

Nome ispirato a Rio de Janeiro, dunque, come tutto il casinò che è ispirato proprio alla cultura brasiliana. Il Rio è stato il primo all suite resort di Las Vegas, sorto nel gennaio del 1990. La struttura è stata poi di recente rinnovata nel 2005 e nel 2007, e oggi l'hotel dispone di 2.522 stanze (dai 56 ai 1.200 m²) mentre l'area destinata al gioco è ampia 11.000 m².

 

Al Penn & Teller Theater del Rio ha ospitato il 30esimo anniversario del game show della CBS, The Price Is Right, da noi conosciuto con il nome di Il prezzo è giusto, condotto da Iva Zanicchi. Ha ospitato anche il noto programma culinario Hell's Kitchen con Gordon Ramsey.

 

Al Rio viene fatta anche la Convention annuale, ufficiale, dei fan di Star Trek. E per il 2016 è in programma il 50° anniversario di Star Trek, e l'evento svolgerà per cinque giorni a fine dicembre. Lo scorso anno più di 12 mila camere furono prenotate, un record.

 

Rio ospita anche i SKUSA SuperNationals, gara di kart che nel 2009 vide anche la partecipazione dell'ex ferrarista Michael Schumacher parteciparvi. La gara si svolge ogni anno nel circuito che si trova nel parcheggio dell'hotel. E per gli amanti del poker, il Rio dal 2005 ospita le World Series of Poker. Prima le olimpiadi del poker di Las Vegas si erano sempre disputata al Binions.

 

 

Storie correlate

Tutte le notizie e le informazioni sul mondo del casino live ed online

In dieci anni perde alle slot una grossa cifra che ora gli sarà restituita con gli interessi: la decisione del giudice

Decreto Dignità, Mariastella Gelmini (FI): “Provvedimento contro la ludopatia finanziato con l’aumento del PREU: semplicemente ironico”

Decreto Dignità, confronto D’Incà (M5S) - Marattin (PD): “Il gioco non è ludico, è azzardopatia”… “Solo una misura sloganistica”

Parliamo anche di:
Notizie correlate